DIE BLAUE VIER - I QUATTRO BLU. FEININGER JAWLENSKY KANDINSKY KLEE

27 novembre 2001 - 23 marzo 2002

Milano, Galleria Blu

La mostra che la Galleria Blu di Milano propone a cavallo tra 2001 e 2002 nel segno dell'Europa. L'attenzione è infatti rivolta ad artisti che hanno segnato la storia dell'arte del vecchio continente. Il titolo della rassegna viene da lontano e precisamente da Weimar, Germania. Proprio a Weimar, infatti, sede ancora per poco del Bauhaus, si costituisce nel 1924, per iniziativa di Galka Scheyer, il gruppo "Die Blaue Vier" - "I quattro blu" che comprende Lyonel Feininger (New York 1871-1956), Alexej von Jawlensky (Torjok 1864 - Wiesbaden 1951), Wassily Kandinsky (Mosca 1866 - Neully-sur-Seine 1944), Paul Klee (Münchenbuchsee 1879 - Muralto 1940). Al Bauhaus Feininger, Kandinsky e Klee insegnano, mentre Jawlensky vive da alcuni anni a Wiesbaden.
Il gruppo raccoglie artisti che non si riconoscono nel rigore compositivo del Bauhaus, ma cercano una via più libera (fatta di fantasia e spiritualità) per la loro espressione. Galka Scheyer si assume il compito di far conoscere il lavoro di questi artisti e, dopo aver organizzato alcune esposizioni in Germania, si trasferisce negli Stati Uniti dove presenterà con buon successo i quattro al pubblico d'oltreoceano.

La Galleria Blu di Milano già in passato, in numerose occasioni, ha proposto nei suoi spazi opere di questi artisti (1957: Mostra di inaugurazione della Blu, 1961: "Panorama", 1962: "KKBB - Kandinsky, Klee, Baumeister, Bisssier", 1974 "Lyonel Feininger - personale"; 1983: "Feininger e Kandinsky"; 1991: "Il giocoliere";1993: "Immagine uomo"; 1992 e 1996: Grandisegni"; 1994: "K&K - Kandinsky e Klee"; 1998: "Fuoco sacro"). Ora ha deciso di riunirli in un confronto diretto in una rassegna che comprende una trentina di opere di varia datazione che permettono di documentare con esempi significativi la produzione di ciascuno di essi.
La rassegna è un'occasione rara per accostarsi ai lavori di Feininger e Jawlensky, ma nello stesso tempo per trovare lavori in buona parte inediti di Klee e Kandinsky le cui qualità e novità di proposta sono a tutti note. Le opere degli anni Dieci costituiscono un momento importante di questa rassegna che va alla fonte delle ricerche di tali maestri: ecco allora Street scene (1911) di Feininger, Jardines (1914) di Jawlensky, Composition (1916) di Kandinsky e Plan zu Einem Haus (1917) di Klee, cui si accompagnano lavori significativi dei decenni successivi.